UNA VOCE VENETIA  

Messe latine antiche nelle Venezie 
Venezia | Belluno | Bolzano | Gorizia | Mantova | Padova | Pordenone | Treviso | Trieste | Udine | Verona | VicenzaVittorio Veneto

 

 

Rassegna stampa

CORM“NS

San Giovanni, celebrata la messa

 

CORM“NS. Domenica scorsa ha avuto luogo nell'antica chiesa di San Giovanni, a CormÚns, la celebrazione della messa solenne in rito romano antico, promossa dagli "Amici del borgo" con l'associazione "Fulcherio Ungrispach" e il coordinamento di "Una voce" delle Venezie.

L'iniziativa Ť stata ideata per contribuire alla valorizzazione di un prezioso gioiello dell'arte sacra medioevale dell'Isontino, caro ai cormonesi, ma forse ancora non troppo conosciuto come meriterebbe; si Ť voluto scegliere la festa esterna dei santi Ermacora e Fortunato, proclamati di recente patroni della regione, cercando un collegamento con le antiche radici della fede. Evento centrale la celebrazione liturgica, a cui ha partecipato un gran numero di fedeli - provenienti anche da altre parti d'Italia - molto superiore alle aspettative iniziali: molti di essi hanno dovuto accontentarsi di seguire la funzione fuori di chiesa.

Un elemento attrattivo Ť stato probabilmente determinato dalla scelta dell'antico rito tradizionale, quello caduto in disuso dopo l'introduzione del nuovo ordine liturgico promulgato dal Papa Paolo VI, senza peraltro essere stato mai formalmente abolito: la solennitŗ della cerimonia, il fascino del canto gregoriano alternato alle melodie della messa polifonica barocca di Lotti - eseguiti con fine interpretazione dalla schola cantorum di San Martino al Tagliamento e dal coro "Alabarda" di Trieste - hanno agevolato l'intimo raccoglimento dei fedeli intervenuti, i quali hanno seguito con attenzione le riflessioni proposte, all'omelia, dal don Ivo Cisar Spadon, del clero pordenonese.

 

da "Messaggero Veneto" Gorizia, 14 luglio 2005

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI

LINK UTILI

 

 

 

Inizio Pagina

Torna a Rassegna stampa