HOME

CHI  SIAMO

AGENDA

MESSE

CALENDARIO

DOCUMENTI

LITURGIA

DOTTRINA

SOLLEMNIA

LIBRI

STAMPA

ARCHIVIO

LINK

UVI

 

 

Coordinamento

di Una Voce delle Venezie

per la salvaguardia della liturgia latino-gregoriana

 

 

 

 


MESSE TRIDENTINE
NELLE VENEZIE

 

 

Riprende l’attività del Laboratorio di Canto Gregoriano del Concentus Musicus Patavinus

 

 

pd22-11-2017.jpg

Padova, 22 novembre 2017
Requiem in suffragio dei frequentatori della messa tridentina alla chiesa di S. Canziano (S. Rita)

 

 

dom Guéranger
Domenica ventiquattresima e ultima dopo la Pentecoste

Il numero delle Domeniche dopo la Pentecoste può superare le 24 e arrivare a 28 e ciò dipende dalla maggiore o minore vicinanza della Pasqua all'equinozio di Primavera. La Messa che segue però è sempre riservata all'ultima Domenica e l'intervallo che vi può essere viene occupato dalle Messe delle Domeniche dopo l'Epifania, che hanno dovuto essere omesse, ma come abbiamo detto, Introito, Graduale, Offertorio e Communio restano fino alla fine dell'anno liturgico quelli della domenica ventitreesima. I nostri vecchi consideravano questa Messa l'ultima del Ciclo liturgico e l'Abate Ruperto ci ha rivelato il senso profondo delle varie parti di essa. Abbiamo veduto che termine delle intenzioni divine nel tempo è la riconciliazione del Giudaismo e abbiamo udito confondersi insieme le ultime note della santa Liturgia e le ultime parole di Dio a riguardo della storia del mondo. Ormai è raggiunto il fine cercato dalla Sapienza eterna nella creazione e perseguito misericordiosamente, dopo la caduta, con la redenzione e questo fine era l'unione divina con l'umanità riportata alla unità di un solo corpo (Ef. 2,16) e ora essendosi i due popoli nemici, gentile e giudaico, riuniti in un solo uomo nuovo in Cristo loro capo (ivi, 15), i due Testamenti, che nel corso dei secoli segnarono così profondamente la distinzione tra tempi vecchi e nuovi, si cancellano da sé, per far posto allo splendore dell'alleanza eterna.     LEGGI  TUTTO

 

 

 

VENEZIA

BELLUNO

BOLZANO

CHIOGGIA

GORIZIA

PADOVA

PORDENONE

ROVIGO

TRENTO

TREVISO

TRIESTE

UDINE

VERONA

VICENZA

VITTORIO VENETO

 

 


image007.png

Orémus pro Pontífice nostro Francísco.

R). Dóminus, consérvet eum, et vivíficet eum, et beátum fáciat eum in terra, et non tradat eum in ánimam inimicórum ejus.

V). Fiat manus tua super virum déxterae tuae.

R). Et super fílium hóminis quem confirmásti tibi.

Orémus.

Deus, ómnium fidélium pastor et rector, fámulum tuum Francíscum, quem pastórem Ecclésiae tuae praeésse voluísti, propítius réspice : da ei, quaésumus, verbo et exémplo, quibus præest profícere; ut ad vitam, una cum grege sibi crédito, pervéniat sempitérnam. Per Christum Dóminum nostrum. R). Amen.

 



Motu proprio Summorum Pontificum

Istruzione Universae Ecclesiae

 




Card. Schuster
Liber Sacramentorum



Vocabolario liturgico



Missale Romanum


ORDO MISSAE  CELEBRANDAE
CALENDARIO LITURGICO

 




Mons.
Klaus Gamber



Cristina Campo


don
Ivo Cisar



Per imparare a celebrare
e servire l’antica messa:

G. Baldeschi, Esposizione delle sacre cerimonie


Spiegazione della
messa tridentina

 

 

Sostieni Una Voce Venetia

 

member

 

 



Segui UNA VOCE VENETIA
su Twitter

 

 

 

 

 

Pagina aggiornata il 20 novembre 2017

© 2001 – 2017  Coordinamento di Una Voce delle Venezie. All Rights Reserved